Vito Mancuso

“Amor sacro e amor profano”

Sabato 15 giugno, ore 21 – Villa Pallavicini

Dove ha origine amore e come agisce la sua forza misteriosa che sempre attrae e rapisce? Come possiamo viverlo nel modo più vero? E qual è il messaggio che esso porta con sé?
Domande fondamentali cui rispondere con profonda intensità, accogliendo tra le pagine la dolcezza e la potenza di una straordinaria avventura umana affrontata nelle sue forme più diverse, rimanendo fedeli al primato della coscienza e della libertà individuale e facendo diventare l’amore il punto di vista privilegiato per guardare a tutta l’esistenza.

Saggista e teologo, il suo pensiero è oggetto di discussioni per le posizioni non sempre allineate con le gerarchie ecclesiastiche, in campo etico e in campo dogmatico.
E’ stato docente di Teologia moderna e contemporanea presso la Facoltà di Filosofia dell’Università San Raffaele di Milano e di Storia delle dottrine Teologiche presso l’Università degli Studi di Padova. I suoi scritti suscitano notevole attenzione da parte del pubblico, in particolare L’anima e il suo
destino, Io e Dio. Una guida dei perplessi, Il principio passione. La forza che ci spinge ad amare, e Dio e il suo Destino, quattro bestseller da oltre centomila copie con traduzioni in altre lingue e un’importante rassegna stampa, radiofonica e televisiva. Nel libro Il coraggio di essere liberi indaga il tema della libertà per costruire un rapporto autentico con se stessi e con gli altri: «Tu ti ritieni libero? E se non ti ritieni tale, lo vuoi diventare? Hai, vuoi avere, il coraggio di essere libero?».
Il suo ultimo libro è La via della bellezza (Garzanti)
Ha collaborato con “La Repubblica” e dal 2019 scrive per “Il Foglio”.