QUADRIVIO – ASTRONOMIA

DANIELA CALZETTI

Lectio magistralis

“E quindi uscimmo a riveder le stelle”

POSTI ESAURITI – Venerdì 11 giugno ore 21,00

Proiezione al Castello di Torrechiara con collegamento in diretta dagli Sati Uniti

Da sempre l’uomo osserva ammirato le luci che punteggiano la volta celeste. Ma qualcuno si è spinto oltre e ha scoperto il modo di eliminare il “disturbo” che la polvere cosmica arreca alla misurazione delle radiazioni che si muovono per le galassie. È l’astronoma parmigiana Daniela Calzetti, un’autorità assoluta nel suo campo, tanto da essere stata accolta nella prestigiosissima ed esclusiva National Academy of Sciences degli Stati Uniti d’America. Come Galileo, quattrocento anni fa, un altro italiano, anzi meglio un’italiana, ha rivolto lo sguardo verso il cielo e ne ha svelato, almeno in parte, i segreti. Guidati dalla sua voce, usciremo anche noi… a riveder le stelle!

Daniela Calzetti è un’astronoma riconosciuta per le sue ricerche sulla polvere interstellare e sulla formazione stellare nelle galassie esterne. Il suo contributo principale è la caratterizzazione del trasferimento della radiazione elettromagnetica attraverso la polvere nelle galassie che formano stelle; questo ha implicazioni significative per le informazioni che possono essere derivate dalle osservazioni di galassie esterne. Calzetti è nata a Parma (Italia) e ha conseguito il dottorato di ricerca presso l’Università di Roma nel 1992. Nel 1990 è diventata ricercatrice dell’esa ESA Fellow e successivamente presso lo Space Telescope Science Institute (Baltimore, MD, U.S.A.).

Qui è stata assunta come astronomo nel 1995 e ha lavorato alla caratterizzazione e supporto della strumentazione del telescopio spaziale Hubble per la NASA. Nel 2007, si è trasferita all’Università del Massachusetts, ad Amherst, dove presta servizio come capo del Dipartimento di Astronomia dal 2018. Nel 2013 è stata nominata Blaauw Professor presso l’Osservatorio Kapteyn (Università di Gröningen, The Paesi Bassi) e nel 2016 le è stata conferita la Tage Erlander Guest Professorship dal Consiglio svedese della ricerca, che ha intrapreso presso l’Università di Stoccolma (Svezia). Calzetti è stata poi eletta alla National Academy of Sciences degli Stati Uniti nel 2020.