BARBARA SCHIAVULLI

dialogo intervista con Barbara Schiavulli

“Afghanistan, il paese senza donne”

Sabato 2 luglio ore 18,00 – Badia di Torrechiara

Da 11 mesi l’Afghanistan è sotto il controllo dei Talebani. Un paese dove alle donne è vietato andare a scuola, lavorare, uscire non accompagnate, donne che sono state cancellate nel pieno della peggiore crisi politica, economica, umanitaria che il paese stesso abbia attraversato, tradito dall’Occidente e abbandonato da chi lo aiutava. Non si può, non si deve dimenticare.

Barbara Schiavulli, corrispondente di guerra e scrittrice, ha seguito i fronti caldi degli ultimi ventisei anni, come Iraq e Afghanistan, Israele e Palestina, Pakistan, Yemen, Sudan, Cile, Haiti, Venezuela. I suoi articoli sono apparsi, tra gli altri, su Repubblica, il Fatto Quotidiano e l’Espresso. Ha collaborato con radio (Radio 24, Radio Rai, Radio Popolare, Radio Svizzera Italiana, Radio Capital, Radio Radicale) e TV (RAI, RAI News 24, Sky TG24, LA7, TV Svizzera Italiana). Attualmente collabora con la BBC.
Dirige  Radio Bullets, una testata giornalistica online che si occupa di Esteri. Vincitrice di numerosi premi nazionali e internazionali, tra cui il Premio Lucchetta, il Premio Antonio Russo, il Premio Maria Grazia Cutuli e il Premio Enzo Baldoni. Ha pubblicato  Le farfalle non muoiono in cielo  (La Meridiana, 2005),  Guerra e guerra  (Garzanti, 2010),   La guerra dentro  (2013) e  Bulletproof diaries. Storie di una reporter di guerra  (2016). E “Quando muoio lo dico a Dio, storie di ordinario estremismo“, (2017). Viaggia sempre con un trolley rosa e una stilografica.